GRIBAUDO Ezio

Ezio Gribaudo

E’ nato a Torino nel  1929 dove vive e lavora.

Artista, editore, collezionista , il torinese Ezio Gribaudo rappresenta forse il feeling più completo che l'uomo può stabilire con l'arte. Agli studi condotti presso l 'Istituto di Arti Grafiche, il Liceo Artistico e la Facoltà di Architettura , importanti per la sua formazione, si aggiungono dagli incontri con Picasso a Vallauris nel '51, con Moore, con Chagall , Dalì , De Chirico, Siqueiros, determinanti per la definizione della sua maturità di artista .

Molto interesse hanno suscitato in lui le esperienze di Duchamp, Max Ernst , Jiri Kolar, altrettanto ne hanno avuto per lui pittori celebri in tutto il mondo, da Sutherland a De Chirico.

II suo atelier ai piedi della collina torinese è un edificio costruito a misura della sua arte, che ricorda  in qualche modo lo studio di Vasarely o quello di Max Bill ed è sicuramente uno dei più belli d'Italia; qui Gribaudo lavora ai suoi logogrifi che lui stesso definisce: «...dei ready-made , immagini ritrovate in tipografia , vecchi cliches, flani, dai quali ricavo dei collages costruiti con una tecnica  particolare ...».

Sono queste incisioni a rilievo bianco su bianco a dargli notorietà  in tutto il mondo, e che costituiscono un episodio della sua atti vità  intelligente ed elegante di grafico.

Gribaudo ha vinto nel  1965 il premio alla quadriennale di Roma, nel  1966 il prestigioso premio per la grafica alla XXXIII Biennale di Venezia esponendo i "Logogrifi" che vinsero anche il Premio per l'incisione alla IX Biennale Internazionale di San Paolo del Brasile nel  1967.

Dal1953 aoggi ha esposto in oltre centocinquanta mostre personali nelle più importanti gallerie in Italia e all'estero dalla Galerie de France a Parigi nel 1968 alla Marlborough di Londra nel 1974, dal Gabbiano di Roma nel 1990 alla Narciso di Torino nel 1996. Sue opere si trovano nei Musei Italiani e Stranieri e in collezioni private e pubbliche.